Bagel con semi di papavero

Con la bella stagione ormai iniziata, è giunto il tempo degli aperitivi all’aperto. Cocktail freschi, finger food, stuzzichini e tanto altro cibo per trascorrere qualche ora in compagnia.
Durante l’ultimo aperitivo ai tempi del Coronavirus organizzato in balcone con il mio compagno, ho deciso di portare in tavola i famosi bagel. Deliziosi panini rotondi con un buco al centro, croccanti fuori e morbidi dentro, ideali da farcire con tutto ciò che si desidera.

baked-bread-in-beige-ceramic-bowl-2062429Dosi per 12 bagel:

  • 200 g di farina 0
  • 200 g di farina 00
  • 6 g di sale
  • 6 g di lievito di birra secco
  • 200 ml di latte
  • 50 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiaini di malto
  • 25 g di burro morbido
  • 1 uovo
  • olio di semi
  • semi di papavero

Setacciare le farine e metterle in una ciotola insieme al lievito secco. Mescolare e creare un buco al centro.
In un altro contenitore unire il latte tiepido, lo zucchero e un cucchiaino di malto, e fare sciogliere tutto. Versare il composto al centro delle farine e iniziare ad impastare aggiungendo l’uovo. Per ultima, unire l’acqua tiepida dove è stato fatto sciogliere precedentemente il sale.
Amalgamare tutti gli ingredienti e, se necessario, aggiungere un altro po’ di farina.
Una volta ottenuto un impasto omogeneo, unire il burro morbido e impastare per 10 minuti.
Riporre l’impasto dei bagel in una ciotola leggermente unta con dell’olio e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume (circa 2 ore e mezza).
Una volta lievitato, prendere il composto e impastare per qualche secondo, poi dividerlo in 12 pezzi uguali e formare delle palline, al centro delle quali andrà creato un buco con le dita allargandolo bene. Riporre i bagel su una teglia ricoperta di carta da forno e lasciare riposare per 30/40 minuti.
Nel frattempo, portare a bollore una pentola d’acqua e aggiungere un cucchiaino di malto. Quando quest’ultimo sarà sciolto, immergere due bagel alla volta e lasciare cuocere per circa dieci secondi per lato. Estrarli dalla pentola con una schiumarola, scolarli e adagiarli su una teglia unta di olio di semi. Quindi cospargere la superficie dei panini con i semi di papavero.
All’interno del forno (statico) preriscaldato a 220°, riporre una ciotola contenente acqua calda, poi infornare i bagel e cuorere per 20/25 minuti, o fino a quando saranno ben dorati.

Potete farcire i bagel con ciò che preferite, ad esempio formaggio spalmabile, salmone affumicato e avocado, oppure pomodoro e mozzarella, pollo grigliato e senape, prosciutto crudo, fichi e aceto balsamico. Non dovete fare altro che sbizzarrirvi, ma, se siete golosi, potete anche creare farciture dolci, come burro d’arachidi e marmellata, crema di nocciole o yogurt greco e frutta fresca.

Buon appetito! ❤

Cosa mangiare in Messico

Il mio ultimo viaggio mi ha portato in Messico, a Tulum, dove ho potuto vedere, per la prima volta, un luogo al di fuori del continente europeo e portare a casa ricordi ed esperienze indimenticabili.
Da amante del cibo (di tutto il mondo), ho deciso di incentrare questo articolo su ciò che ho avuto la possibilità di assaggiare durante questa vacanza.

Risultati immagini per nachos con guacamoleIl primo piatto che ho intenzione di nominare è quello che ho assaggiato appena arrivata al villaggio e che mi ha decisamente conquistato. Sto parlando dei mitici nachos con guacamole. Sono certa che tutti voi sappiate cosa sono, ma per sicurezza (nel caso in cui qualcuno non lo sappia) vi spiegherò in cosa consiste questo piatto.
Più che un piatto, i nachos sono una specie di spuntino composto da triangolini di tortilla di mais fritti e serviti con salse e condimenti diversi. Quello più famoso è il guacamole, cioè avocado schiacciato con succo di lime o limone e sale.

 

Risultati immagini per burrito

 

Ovviamente non potevo non assaggiare un vero burrito della cucina tex-mex. Si tratta di una tortilla di farina arrotolata riempita di carne (pollo, bovino o maiale). Io ho assaggiato una versione con manzo e formaggio.

 

 

 

 

Risultati immagini per tacos

I tacos sono diversi dai burrito perché non sono arrotolati, ma semplicemente piegati a metà su se stessi. Sono fatti con farina di mais, vengono conditi con diversi ingredienti (dalla carne al pesce abbinati a verdure e formaggi) e si trovavo in due versioni: morbidi e croccanti.

 

 

 

 

 

 

L’insalata azteca è una delle prime cose che ho assaggiato di cui non avevo mai sentito parlare. Mi sono informata su internet su questo piatto, ma non ho trovato nessuna ricetta che potesse anche solo ricordarmi vagamente ciò che ho mangiato io. Gli ingredienti che la componevano erano pochi e semplici: avocado schiacciato condito con sale e succo di lime, cipolla e mais. Basta. Nient’altro. Si tratta di una ricetta molto semplice che utilizza gli ingredienti della zona, il cui uso risale al tempo degli aztechi.

 

 

Un piatto che non consocevo e che ho assaggiato durante il mio viaggio è rappresentato dalle tostadas de pollo: tortillas di mais croccanti alle quali vengono aggiunti diversi ingredienti. In questo caso le ho mangiato con pollo, avocado, fagioli e altre verdure.

 

 

 

Risultati immagini per fajitas di pollo

 

Uno degli street food tex-mex più famosi sono le fajitas. Morbide tortilla ripiene di carne, peperoni e cipolle. La versione che ho assaggiato prevedeva l’utilizzo di pollo tagliato a strisce e peperoni verdi, il tutto accompagnato da fagioli neri messicani.

 

 

 

Voi avete mai mangiato qualche piatto tipico della cucina tex-mex? Qual è il vostro preferito?
Fatemi sapere nei commenti 😀