Cookies con gocce di cioccolato

Buongiorno a tutti!
Sono tornata, e insieme a me è arrivato anche l’autunno: la stagione perfetta per tisane e dolci da sfornare. Onestamente, non c’è nulla di meglio di una tazza di tè caldo accompagnata da deliziosi biscotti. E oggi, è proprio di questi ultimi di cui vorrei parlare.
Direi di aver finalmente trovato la ricetta perfetta per sfornare dei deliziosi cookies americani croccanti e chewy al punto giusto. La prima volta che ho utilizzato questa ricetta è stato lo scorso Natale per realizzare un regalo originale, e da allora ho sempre desiderato provarla in casa.
Dopo aver provato mille ricette, più o meno buone, ho trovato su Cookist quella che fa per me.

 

Ingredienti:
225 gr farina 00
100 gr zucchero semolato
75 gr zucchero di canna
125 gr burro
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale
180 gr gocce di cioccolato fondente
1 uovo

Procedimento: sciogliere il burro e parte mescolare in una ciotola la farina, lo zucchero semolato e lo zucchero di canna. Successivamente unire il burro e amalgamare bene per farlo assorbire dagli ingredienti secchi. Una volta ottenuto un composto omogeneo, aggiungere l’uovo e infine le gocce di cioccolato. Mescolare con un cucchiaio di legno e infine unire il bicarbonato e il sale. Lasciare riposare il composto in frigo per 20 minuti, poi formare delle palline e riporle su una teglia rivestita di carta da forno. Infornare a 190° per 10 minuti circa.

VARIANTI: al posto delle gocce di cioccolato fondente potete utilizzare altri ingrendienti per creare cookies differenti, ad esempio cioccolato bianco e mirtilli rossi, oppure cioccolato al latte e nocciole. Potete sbizzarirvi e creare quello che volete.

IDEE REGALO: se volete realizzare un regalo originale, potete riempire un barattolo di vetro a chiusura ermetica con gli ingredienti secchi e regalarlo a chi volete con un bigliettino che spiega la ricetta e gli ingredienti da aggiungere.

Non vi resta che provare a cucinare questi deliziosi biscotti e mangiarli mentre leggete un buon libro, chissà magari anche uno dei miei 😉

Bagel con semi di papavero

Con la bella stagione ormai iniziata, è giunto il tempo degli aperitivi all’aperto. Cocktail freschi, finger food, stuzzichini e tanto altro cibo per trascorrere qualche ora in compagnia.
Durante l’ultimo aperitivo ai tempi del Coronavirus organizzato in balcone con il mio compagno, ho deciso di portare in tavola i famosi bagel. Deliziosi panini rotondi con un buco al centro, croccanti fuori e morbidi dentro, ideali da farcire con tutto ciò che si desidera.

baked-bread-in-beige-ceramic-bowl-2062429Dosi per 12 bagel:

  • 200 g di farina 0
  • 200 g di farina 00
  • 6 g di sale
  • 6 g di lievito di birra secco
  • 200 ml di latte
  • 50 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiaini di malto
  • 25 g di burro morbido
  • 1 uovo
  • olio di semi
  • semi di papavero

Setacciare le farine e metterle in una ciotola insieme al lievito secco. Mescolare e creare un buco al centro.
In un altro contenitore unire il latte tiepido, lo zucchero e un cucchiaino di malto, e fare sciogliere tutto. Versare il composto al centro delle farine e iniziare ad impastare aggiungendo l’uovo. Per ultima, unire l’acqua tiepida dove è stato fatto sciogliere precedentemente il sale.
Amalgamare tutti gli ingredienti e, se necessario, aggiungere un altro po’ di farina.
Una volta ottenuto un impasto omogeneo, unire il burro morbido e impastare per 10 minuti.
Riporre l’impasto dei bagel in una ciotola leggermente unta con dell’olio e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume (circa 2 ore e mezza).
Una volta lievitato, prendere il composto e impastare per qualche secondo, poi dividerlo in 12 pezzi uguali e formare delle palline, al centro delle quali andrà creato un buco con le dita allargandolo bene. Riporre i bagel su una teglia ricoperta di carta da forno e lasciare riposare per 30/40 minuti.
Nel frattempo, portare a bollore una pentola d’acqua e aggiungere un cucchiaino di malto. Quando quest’ultimo sarà sciolto, immergere due bagel alla volta e lasciare cuocere per circa dieci secondi per lato. Estrarli dalla pentola con una schiumarola, scolarli e adagiarli su una teglia unta di olio di semi. Quindi cospargere la superficie dei panini con i semi di papavero.
All’interno del forno (statico) preriscaldato a 220°, riporre una ciotola contenente acqua calda, poi infornare i bagel e cuorere per 20/25 minuti, o fino a quando saranno ben dorati.

Potete farcire i bagel con ciò che preferite, ad esempio formaggio spalmabile, salmone affumicato e avocado, oppure pomodoro e mozzarella, pollo grigliato e senape, prosciutto crudo, fichi e aceto balsamico. Non dovete fare altro che sbizzarrirvi, ma, se siete golosi, potete anche creare farciture dolci, come burro d’arachidi e marmellata, crema di nocciole o yogurt greco e frutta fresca.

Buon appetito! ❤

Cosa mangiare in Messico

Il mio ultimo viaggio mi ha portato in Messico, a Tulum, dove ho potuto vedere, per la prima volta, un luogo al di fuori del continente europeo e portare a casa ricordi ed esperienze indimenticabili.
Da amante del cibo (di tutto il mondo), ho deciso di incentrare questo articolo su ciò che ho avuto la possibilità di assaggiare durante questa vacanza.

Risultati immagini per nachos con guacamoleIl primo piatto che ho intenzione di nominare è quello che ho assaggiato appena arrivata al villaggio e che mi ha decisamente conquistato. Sto parlando dei mitici nachos con guacamole. Sono certa che tutti voi sappiate cosa sono, ma per sicurezza (nel caso in cui qualcuno non lo sappia) vi spiegherò in cosa consiste questo piatto.
Più che un piatto, i nachos sono una specie di spuntino composto da triangolini di tortilla di mais fritti e serviti con salse e condimenti diversi. Quello più famoso è il guacamole, cioè avocado schiacciato con succo di lime o limone e sale.

 

Risultati immagini per burrito

 

Ovviamente non potevo non assaggiare un vero burrito della cucina tex-mex. Si tratta di una tortilla di farina arrotolata riempita di carne (pollo, bovino o maiale). Io ho assaggiato una versione con manzo e formaggio.

 

 

 

 

Risultati immagini per tacos

I tacos sono diversi dai burrito perché non sono arrotolati, ma semplicemente piegati a metà su se stessi. Sono fatti con farina di mais, vengono conditi con diversi ingredienti (dalla carne al pesce abbinati a verdure e formaggi) e si trovavo in due versioni: morbidi e croccanti.

 

 

 

 

 

 

L’insalata azteca è una delle prime cose che ho assaggiato di cui non avevo mai sentito parlare. Mi sono informata su internet su questo piatto, ma non ho trovato nessuna ricetta che potesse anche solo ricordarmi vagamente ciò che ho mangiato io. Gli ingredienti che la componevano erano pochi e semplici: avocado schiacciato condito con sale e succo di lime, cipolla e mais. Basta. Nient’altro. Si tratta di una ricetta molto semplice che utilizza gli ingredienti della zona, il cui uso risale al tempo degli aztechi.

 

 

Un piatto che non consocevo e che ho assaggiato durante il mio viaggio è rappresentato dalle tostadas de pollo: tortillas di mais croccanti alle quali vengono aggiunti diversi ingredienti. In questo caso le ho mangiato con pollo, avocado, fagioli e altre verdure.

 

 

 

Risultati immagini per fajitas di pollo

 

Uno degli street food tex-mex più famosi sono le fajitas. Morbide tortilla ripiene di carne, peperoni e cipolle. La versione che ho assaggiato prevedeva l’utilizzo di pollo tagliato a strisce e peperoni verdi, il tutto accompagnato da fagioli neri messicani.

 

 

 

Voi avete mai mangiato qualche piatto tipico della cucina tex-mex? Qual è il vostro preferito?
Fatemi sapere nei commenti 😀

Le merendine dell’infanzia

Buongiorno cari lettori,
con l’articolo di oggi voglio fare un salto nel passato per ricordare insieme a voi le merendine che mi ricordano la mia infanzia, alcune delle quali sono introvabili.

Risultati immagini per girelle mottaIn prima posizione voglio mettere le mitiche girelle che, fortunatamente, si trovano ancora nei supermercati. Un tripudio di cioccolato al quale nessun bambino può resistere.

 

 

Risultati immagini per yoyo merendina

Subito dopo le girelle troviamo la merendina yo-yo. Due dischi di soffice pan di Spagna farciti con una crema al cioccolato davvero golosa.

 

 

Risultati immagini per pokémon mr dayAddentrandoci nel territorio delle merendine introvabili, ci sono quelle dei pokémon. Ve le ricordate? Un pan di spagna ricoperto di cioccolato al latte con sopra una “monetina” di cioccolato bianco raffigurante un pokémon. Erano davvero buone, ma purtroppo non si trovano più in commercio. Le avranno tolte per far soffrire i bambini agli inizi degli anni 2000 😭

 

Risultati immagini per tegolini

 

In questo salto nel passato non possono mancare nemmeno i Tegolini e le ciambelle di Mr. Day.

Risultati immagini per ciambelle mr day

Infine, anche se non si tratta esattamente di merendine, voglio riportare alla vostra Risultati immagini per chewing gum sigarettememoria i chewing gum a forma di sigaretta. Chi di voi li mangiava?

 

 

 

 

E voi cosa mangiavate quando eravate piccoli? Fatemi sapere nei commenti quali sono le merendine, o anche gli snack, che vi ricordano la vostra infanzia.

Torta al cioccolato con zucchero di cocco e yogurt greco

Buon lunedì!
Vorrei condividere con voi una ricetta buona, golosa e con pochi sensi di colpa.
Nell’ultimo periodo mi è capitato più volte di essere invitata a pranzo o a cena da amici e parenti, alcuni dei quali, purtroppo, devono stare attenti a ciò che mangiano per non alzare troppo i livelli di glicemia. Per questo motivo, dato che mi piace portare sempre qualcosa (perlopiù dolci) quando vengo invitata, ho dovuto reinventarmi e fare qualcosa anche per coloro che non possono godersi un dolce “normale”.
La ricetta dellla torta che vorrei condividere con voi, e che ho trovato sul blog Nel tegame sul fuoco, prevede l’utilizzo dello zucchero di cocco, un dolcificante naturale prodotto dalla linfa della palma da cocco, non raffinato e a basso indice glicemico.

Ingredienti:
3 uova
70 gr di zucchero di cocco
170 gr di yogurt greco
100 gr di cioccolato fondente
40 gr di cacao amaro in polvere
140 gr di farina integrale
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
mezzo cucchiaino scarso di cannella in polvere

Procedimento:
Tagliare il cioccolato a pezzetti e scioglierlo a bagnomaria.
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero, poi aggiungere lo yogurt e il cioccolato sciolto sempre mescolando. Una volta ottenuto un composto omogeneo, incorporare il sale, il cacao, la cannella, la farina e il lievito. Versare l’impasto in una teglia imburrata e infarinata, poi cuocere a 170° per 30 minuti.

Il risultato finale è da leccarsi i baffi! Provare per credere.

Ciambellone della nonna

Buongiorno lettori,
avete passato una buona Pasqua? Siccome iniziare una nuova settimana è sempre un po’ difficile, ho deciso di rendere questo giorno un po’ più dolce condividendo con voi l’ultima ricetta che ho provato. Dato che ero in vena di ricordi, ho preparato un ciambellone che mi ha ricordato quello che cucinava sempre mia nonna.
La cosa semplice e bella di questa ricetta è che non serve la bilancia: basta utilizzare un semplice bicchiere.

Ingredienti
4 uova
2 bicchieri di zucchero
2 bicchieri e mezzo di farina
1 bicchiere di olio di semi
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito per dolci
3 cucchiai di cacao amaro in polvere

Procedimento
Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere il latte e l’olio, mescolare bene, poi unire la farina e il lievito. Prendere metà dell’impasto ottenuto, metterlo in una ciotola e amalgarmarlo con il cacao.
In una teglia per ciambelle imburrata, versare l’impasto chiaro e poi quello scuro. Con uno stuzzicadenti mescolare brevemente i due composti formando delle piccole decorazione. Infine infornare a 180° per 40 minuti. Verificare la cottura facendo la prova dello stecchino.

Curiosità da internet: food box

Ogni tanto mi capita di navigare su internet alla ricerca di cose curiose e particolari che possano attirare la mia attenzione e, durante il mio ultimo viaggio all’interno del mondo online, ho scoperto abbonamenti davvero insolitI che mi hanno incuriosita parecchio.
Attraverso vari youtuber, diversi anni fa ho scoperto che esistono degli abbonamenti che ti permettono di avere a casa cibi che provengono dal mondo e che qui non Italia sono difficili da trovare. Alcuni esempi? Japan crate o Tokyo treat, che inviano una scatola a casa tua con all’interno vari snack giapponesi. Ma voi sapevate che esistono abbonamenti che vanno oltre gli snack? Ecco quali sono i più curiosi che ho trovato su internet riguardanti il cibo:

  1. Se siete degli amanti dei tè, l’abbonamento perfetto per voi è quello di Simplicity Teas, che vi permette di far arrivare a casa vostra te biologici dai gusti nuovi che probabilmente non avete mai provato prima. Si può scegliere fra tre abbonamenti diversi, i cui prezzi vanno da $ 9,00 a $ 19,33.dsc_4849-1
  2. Winc, invece, fornisce la possibilità di ricevere fino a quattro bottiglie di vini selezionati in base alle vostre preferenze. Il prezzo di partenza dell’abbonamento è di $ 13,00.winc2
  3. Naturebox potrebbe essere l’oasi degli snack: dalla semplice frutta secca fino a biscotti e patatine. La cosa particolare, però, sta nei gusti; infatti è possibile assaggiare salatini al burro salato e miele, carne secca al gusto salsa teriyaki, pop corn al caramello e cheddar bianco.youtube20preroll-501
  4. Parlando ancora una volta di bevande, i caffeinomani non possono lasciarsi sfuggire gli abbonamenti mensili di Atlas Coffee Club che partono da $ 9,00 e che vi faranno assaggiare caffè proveniente da ogni parte del mondo. Un ottimo modo per iniziare bene la giornata!atlas-coffee-club-a-look-at-the-collection-892x780
  5. Se preferite cucinare, potete dare un’occhiata all’abbonamento di Foodstirs. Con un abbonamento mensile è possibile avere un kit (o anche più, in base alla tariffa che scegliete), per preparare qualcosa di delizioso.foodstirs-november-2015-3
  6. Parlando di cibo che viene da ogni parte del mondo, non possono mancare le spezie. Con SpiceBreeze si può fare un abbonamento mensile da un prezzo di partenza di $ 6,55 per avere a casa delle spezie proveniente da vari luoghi del mondo insieme a dalle ricette per usarle al meglio.null-1
  7. Avete voglia di qualcosa di goloso? Allora non potete lasciarvi scappare Jackie’s Chocolate, una scatola piena di vari cioccolatini che arriva direttamente a casa vostra.chocolate_subscription

Se conoscete altri siti che propongono abbonamenti di questo tipo, fatemi sapere nei commenti 🙂

Biscotti tre ingredienti

Buongiorno a tutti!
Dato che la bella stagione si sta avvicinando e già si comincia a parlare di mettersi in forma per la famosa prova costume, ho deciso di condivedere con voi una ricetta gustosa e senza sensi di colpa che ho provato pochi giorni fa.
Guardando alcuni video su Instagram e seguendo dei siti come Buzzfeed, mi è capitato spesso di vedere ricette salutari composte da pochi ingredienti a basso contenuto calorico e ciò che mi ha impressionato di più sono stati i biscotti alla banana fatti con soli tre ingredienti:
2 banane mature
100 gr di fiocchi d’avena
gocce di cioccolato fondente a piacere
Il procedimento è semplicissimo: basta schiacciare le banane con una forchetta, unire i fiocchi d’avena e le gocce di cioccolato e mescolare bene. Dopodiché si formano dei biscotti con l’aiuto di un cucchiaio e si infornano a 180° per 15/20 minuti.
Ovviamente potete sostituire le gocce di cioccolato con altri ingredienti, ad esempio noci, mandorle, uvetta, mirtilli rossi secchi e molto altro. Se volete dare un tocco più goloso ai vostri biscotti, potete anche aggiungere all’impasto uno o due cucchiaini di burro d’arachidi.
Il sapore non sarà uguale a quello dei famosi cookies americani, ma sono un buon sostituto per mantenere la linea.
Voi li avete mai provati?

 

Focaccia barese

Hola gente!
Se qualcuno di voi mi segue su Facebook o Instagram, ha notato che poco tempo fa ho pubblicato una foto della prima focaccia barese che ho fatto. Siccome il risultato è stato ottimo e la focaccia è piaciuta molto, ho deciso di condividere con voi la ricetta.

Ingredienti per l’impasto:
300 gr di farina 0
200 gr di semola di grano duro rimacinata
4 gr di lievito di birra secco
350 ml di acqua
100 gr di patate
50 ml di olio extravergine d’oliva
10 gr di sale

Ingredienti per il condimento:
400 gr di pomodorini ciliegino
Origano q.b.
Sale q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Iniziare lessando le patate, quindi pelarla e schiaccarla con uno schiacciapatate.
Nella ciotola della planetaria versare la farina e la semola di grano duro rimacinata, poi aggiungere la patata, il sale e il lievito precedentemente sciolto in una parte di acqua. Azionare la planetaria e incorporare l’acqua a filo. Infine unire l’olio e impastare per 5 minuti, dopodiché aumentare la velocità e lavorare l’impasto per 15 minuti. Una volta che sarà pronto, trasferirlo in una ciotola ben oliata e lasciare lievitare per 3-4 ore, finché il volume non sarà raddoppiato.
Trascorso il tempo di lievitazione, stendere l’impasto con le mani su una teglia oliata e assicurarsi di mettere dell’olio anche sulla superficie della focaccia. A questo non resta che condire con i pomodorini: tagliarli e metà e cospargerli sulla superficie, poi condire con sale e origano.
Cuocere in forno preriscaldato a 250° per 20 minuti.
La focaccia barese va servita calda o tipieda, ma è molto buona anche il giorno dopo.

Consiglio: per stendere l’impasto della focaccia sulla teglia, ungetevi ben le mani con un po’ d’olio, per evitare che l’impasto si attacchi alle dita.

Buona appetito 😉

Peccati golosi: mousse vegana al cioccolato

Buon lunedì cari lettori!
Come potete vedere dal titolo, oggi vi parlerò di una ricetta. Da grande amante del cioccolato, pochi giorni fa mi è venuta voglia di preparare qualcosa di super goloso da mangiare durante un film. Esatto! Abbandoniamo patatine e popcorn e buttiamoci a capofitto su biscotti e, in questo caso, mousse al cioccolato. Premessa: non sono vegana, eppure ho preparato un dolce adatto a questo tipo di dieta per un motivo soltanto… non avevo la panna. La ricetta della mousse vegana al cioccolato è semplicissima e prevede l’utilizzo di solo tre ingredienti:

  • 60 gr di zucchero a velo
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • una lattina di aquafaba (l’acqua di conservazione dei ceci)

Per prepararla bisogna montare l’aquafaba a neve, aggiungendo un cucchiaio alla volta lo zucchero a velo. Nel frattempo, sciogliere il cioccolato a bagnomaria e lasciarlo intiepidire. Una volta raffreddato, incorparlo all’aquafaba prestando attenzione a non smontarla. Mettere la mousse in ciotoline monoporzione e lasciare riposare in frigo per almeno cinque ore. Voilà! La mousse è pronta. Buon appetito 😉